Leggi della procrastinazione

La procrastinazione riduce il lavoro e sposta la responsabilità del suo completamento su qualcun altro (chiunque abbia fissato la scadenza).
Riduce l'ansia riducendo la qualità richiesta dal meglio assoluto al meglio relativo al poco tempo a disposizione.
Fa guadagnare importanza agli occhi altrui e propri, perché si tende a spiegare lo stress con l'importanza del lavoro.
Comporta l'eliminazione di qualsiasi interruzione, altri lavori compresi, per consentire al lavoratore così ovviamente stressato la massima concentrazione.
La procrastinazione elimina la noia: non si ha mai l'impressione di non avere niente da fare.
Può anche eliminare il lavoro se la necessità termina prima che possa essere svolto.
Anonimo
Vota la legge di murphy: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di